22 Novembre 2019

Mariozzi, l’Alatri e il mitico John Charles. Emozionanti ricordi alla presentazione del libro

L’appuntamento si è svolto nella sala della biblioteca comunale "Luigi Ceci".

«Mario Mariozzi non è stato solo un grande calciatore, ma una persona di forti valori e vaste relazioni. Ha dato tanto al calcio e vogliamo ricordarlo anche per la sua esemplare correttezza». Lo ha detto il sindaco di Alatri (Frosinone), Giuseppe Morini, intervenendo alla presentazione del libro «MM7 Mario Mariozzi Il pallone nel cuore» (edizioni PrintMaster, con il sostegno del Consiglio regionale del Lazio grazie al presidente Mauro Buschini) dedicato alla grande ala destra degli anni 50/60, poi tecnico di diverse squadre e, infine, direttore sportivo.

L’appuntamento si è svolto nella sala della biblioteca comunale «Luigi Ceci», alla presenza anche del consigliere delegato allo Sport Massimiliano Rossi e di diversi ex calciatori del grande Alatri che giocarono con Mariozzi nella squadra allora allenata dalla coppia Ballanti -Degni. Tutti grandi protagonisti anche dell’indimenticabile sfida contro la Roma di John Charles e dell’argentino Francisco Lojacono al campo «Sanità», con una folla – stando alle cronache di allora – «mai vista in un campo di calcio della provincia». Era un altro calcio, più di sostanza che d’immagine, più di classe che di «social», come avviene oggi, con la passione dei tifosi che in massa seguivano le squadre delle centri più importanti. I verderosa ciociari, tanto per rendere l’idea, in quel periodo affrontavano e riuscivano anche a battere il quotato Latina. Nella città dei Ciclopi Mario Mariozzi, attaccante con la maglia numero 7, non è mai stato dimenticato per il suo talento e le sue giocate che infiammavano i tifosi al «Sanità», quasi sempre stracolmo di spettatori. «Mario – ha proseguito il sindaco Morini – era un uomo a tutto tondo, un atleta completo, uno che nel calcio metteva tutta la sua passione, senza mai dimenticare l’aspetto umano. E questo aggiunge grandezza al personaggio. Di bravi calciatori ce ne sono e ce ne saranno, ma di giocatori forti che sanno relazionarsi con gli altri atleti dentro e fuori dal campo, che sanno anche insegnare e che suscitano rispetto, non ce ne sono poi molti in giro. Mario Mariozzi è stato uno di questi e ciò ha fatto fa la sua differenza. Amava il calcio fino al midollo, ma non si fermava qui. Amava lo sport, tanto che ha intrattenuto relazioni e amicizie con molti campioni, a conferma del suo alto livello. Non era un calciatore di provincia, si è espresso nel Lazio ma meritava molto di più. E’ stata una sua scelta». Per il sindaco di Alatri «Mariozzi era un uomo modesto e la modestia – ha sottolineato – è la virtù dei grandi, cosa che non si dovrebbe mai dimenticare. Meritava di essere ricordato con questo libro, perché ha seminato buon esempio, che alla fine è quel che resta di ognuno di noi». Il consigliere delegato allo Sport, Massimiliano Rossi (fratello di Dario, ex difensore con un passato nella Roma, Lecce, Spal e Pescara), ha aggiunto: «Ho sentito parlare da tantissime persone del grande Alatri – ha detto -, anche da personaggi di livello altissimo. Leggerò e conserverò questo libro vicino ai tanti altri testi di calcio». Emozionati gli ex compagni di squadra di Mariozzi: «Un giorno andammo a giocare a Viterbo – ha ricordato uno di loro -, c’erano circa settemila spettatori. Una giornata da brividi per tutti noi».

Per contattare la nostra Redazione puoi scivere a redazione@ciociaria24.net o telefonare al Numero Verde 800-090501.
SPONSOR

Tutti i numeri di un anno magnifico nell'intervista all'amministratore unico, dott. Ennio Mancini, ed al Direttore, Orlando Pizzuti.

SPONSOR

Il 2019 è stato l'anno delle conferme e degli obiettivi raggiunti per l'azienda che si occupa di assistenza familiare.

SPONSOR

Promozione valida fino al 13 Dicembre 2019.