giovedì 4 dicembre 2014 redazione@alatri24.it

Perseguitata per 4 anni e minacciata con l’acido: finisce l’incubo di una moglie ciociara

Dopo un interminabile periodo di minacce, aggressioni e lesioni, una donna di Alatri torna finalmente a vivere.

Il 25 novembre scorso, ricorrenza in cui in tutto il mondo si celebrava la “Giornata Mondiale contro la violenza sulle Donne”, presso la Sezione Penale del Tribunale di Frosinone, Giudice Dott.ssa Logoluso, si è tenuta l’udienza relativa al procedimento promosso contro A.C. di Vico nel Lazio (FR), accusato di stalking e lesioni nei confronti dell’ex moglie B.Q. di Alatri (FR). Volendo tralasciare i particolari dei gravissimi episodi (tra cui l’intenzione dell’impiego dell’acido), evidenziati attraverso l’opera di indagine dei Carabinieri della Stazione di Alatri, coordinati dal M.llo Raffaele De Somma, la vicenda, molto dolorosa e complessa, che si protraeva da oltre quattro anni, proprio martedì scorso ha trovato il suo epilogo.

L’uomo è stato condannato alla pena esemplare di tre anni di reclusione oltre al risarcimento del danno nei confronti della ex moglie, che si era rivolta al Telefono Rosa Frosinone –Ceccano ed è stata assistita dall’avv. Cristiana Cialone, volontaria della detta Associazione. “Questo risultato fa ben sperare” – dichiara la presidente del Telefono Rosa Frosinone – Ceccano “che sempre più donne vittime di violenza chiedano aiuto e denuncino, certe di essere accolte, ascoltate ed accompagnate nel doloroso percorso di rinascita e ricostruzione della propria esistenza, potendo avvalersi di un valido aiuto psico – pedagogico e legale fornito dalla nostra Associazione”. A questo proposito può essere utile ricordare il numero Nazionale contro la violenza 1522, quelli di Telefono Rosa Frosinone 0775-1886011 e 348-6978882 attivo tutti i giorni dell’anno 24 ore su 24

DOPO AVER LETTO QUESTO ARTICOLO MI SENTO
  • INDIGNATO
  • TRISTE
  • INDIFFERENTE
  • ALLEGRO
  • SODDISFATTO
VUOI ESSERE SEMPRE AGGIORNATO?
Per ricevere le nostre notizie su smartphone o tablet: clicca qui e scarica la nostra App gratuita
I PIU' LETTI DELLA SETTIMANA