Patrizia Dell’Uomo: «Scelgo Antonello perché voglio un Sindaco capace di imporsi»

Classe ’57, battagliera e Alatrense doc, dedita per molti anni all’educazione dei bambini, Patrizia Dell’Uomo scende per la prima volta in politica schierandosi al fianco di Iannarilli, l’unico, a suo avviso, vero candidato indipendente di queste elezioni amministrative, e che per questo può fare la differenza per Alatri.

“Perché sostengo la candidatura di Antonello Iannarilli a Primo cittadino in occasione di questa tornata elettorale? Semplice – spiega Dell’Uomo – Perché sono stanca, come gran parte dei miei concittadini, della totale anarchia che imperversa ad Alatri, ad oggi, praticamente allo sbando sotto tutti i punti di vista, e si vede. Facciamo il punto, per esempio, sulla situazione parcheggi in città: esiste una proporzionalità tra zone di sosta bianche e blu? Non credo proprio. I posti auto rosa, riservati alle donne in attesa o con bambini piccoli, non ci sono affatto. E per fortuna che li chiamano “parcheggi di cortesia”, a dimostrazione, per l’appunto, dell’alto senso civico che la l’attuale Amministrazione dimostra verso la categoria!

E a conferma di tutto ciò, anche quelli gialli assegnati ai diversamente abili, sono praticamente ridotti al lumicino perfino in piazza Santa Maria Maggiore. In compenso, ce n’è uno a Porta San Benedetto, ma….in discesa! A questo punto – prosegue Dell’Uomo – mi chiedo come, questo Sindaco, conti di gestire i parcheggi davanti alle Poste, tutti, ironia della sorte, a pagamento, anche per chi ha necessità di fare operazioni veloci, e tutti, occupati purtroppo dalle auto dell’azienda, che oggi dispone di ben 15 vetture più 2 motorini, e che non può regolarsi altrimenti poiché non ha mai ricevuto indicazioni in tal senso. Mi rendo conto che la responsabilità non sia diretta perché manca un’area dedicata, ma se non erro, nel 2011 l’Assessore allo Sport e Spettacolo Gianni Padovani, destinò i mezzi delle Poste presso il bocciodromo di via Madonna della Sanità, e quando iniziarono i lavori, in seguito, furono deviati alle Civette in piazza Caduti di Nassiriya.

Quindi, una soluzione ci sarebbe eccome, e sarebbe semplice per il Comune cercarla! Allora – conclude Dell’Uomo – chiedo con forza ai miei concittadini di riporre la propria fiducia in Antonello Iannarilli, che dispone della giusta esperienza amministrativa e del polso necessario per raddrizzare il pessimo andazzo in cui Alatri è scivolata. Conosco bene infatti il nostro candidato Sindaco, l’ho visto e lo vedo lavorare con pazienza e grande passione accanto ai giovani, perche ritrovino la fiducia in una politica comunale che si batte per i diritti di tutti, ed in cui sia possibile credere ancora.
Sono certa infatti, che la gestione dei parcheggi sarebbe una priorità per Iannarilli, anche perché, l’attuale Amministrazione, dopo anni di inerzia, ormai non avrebbe più tempo per intervenire visto che è prossima ad andare a casa”.

Menu