venerdì 18 settembre 2015 redazione@alatri24.it

Mastrobuono replica a Roccatani: «Chiamare gli abitanti del frusinate burini è inaccettabile»

Riceviamo e pubblichiamo la seguente nota stampa a firma della manager della Asl Frosinone, Prof.ssa Isabella Mastrobuono.

«Quando si è chiamati a ricoprire incarichi istituzionali ed assumere responsabilità si mette in conto di poter ricevere critiche, lamentele, persino offese, alle volte anche al limite della liceità. Dipende poi dai caratteri. Chi lo ha forte riesce a sopportare pazientemente e pensa di più alle cose da realizzare.

Quando si innova, introducendo nuovi percorsi e programmi, è normale che ci sia chi resiste al cambiamento rimanendo ancorato al passato o al desueto. È l’eterna lotta tra l’intelligenza che va verso l’innovazione e l’ignoranza che vilmente le si oppone.

Ciò che non è normale, l’unica cosa che non si può accettare, è l’offesa nei confronti dei cittadini. Considerare le persone del Frusinate “burini” non è accettabile, è un termine ingiusto, proposto con una punta di veleno.
Non lo si può accettare nei confronti di tutti i nostri pazienti. Di certo non lo sono le mamme in dolce attesa che hanno voluto assistere alla presentazione della “Casa della Maternità”. Non è quel termine che può caratterizzare i cittadini di questo territorio, splendide persone come lo sono i pazienti, gli operatori, i collaboratori che ho conosciuto qui».

NOTA BENE: il termine burini è stato utilizzato dal segretario provinciale dell’Ugl, Rosa Roccatani, nel suo comunicato di qualche giorno fa. Clicca qui per leggerlo.

DOPO AVER LETTO QUESTO ARTICOLO MI SENTO
  • INDIGNATO
  • TRISTE
  • INDIFFERENTE
  • ALLEGRO
  • SODDISFATTO
VUOI ESSERE SEMPRE AGGIORNATO?
Per ricevere le nostre notizie su smartphone o tablet: clicca qui e scarica la nostra App gratuita