sabato 1 novembre 2014 redazione@alatri24.it

Marina Arduini: dopo le accuse al 48enne di Alatri un noto professionista di Frosinone sotto torchio

L'uomo sarebbe legato agli investimenti fatti a nome della donna e che lei non avrebbe mai sottoscritto. Gli investigatori nei giorni scorsi lo hanno interrogato.

Sono circa duecento le persone ascoltate sul caso riguardante la scomparsa di Marina Arduini, di cui non si hanno più tracce dal 19 febbraio del 2007. Il lavoro della Procura di Frosinone, tuttavia, secondo quanto riportato da Tania Papetti su Il Nuovogiorno di sabato 1 novembre 2014, è ora concentrato sostanzialmente su un imprenditore 48enne di Alatri. È lui, scrive la giornalista, l’ultima persona che secondo gli investigatori ha incontrato Marina prima della sua scomparsa. Sarebbe lui «la persona che la donna stava andando a denunciare in Questura la mattina prima di recarsi al lavoro».

L’uomo, indagato per omicidio ed occultamento di cadavere, si sarebbe sentito telefonicamente con la Arduini la domenica prima delle scomparsa della donna: fu «una telefonata lunga e dai toni incandescenti» racconta Papetti su il Nuovogiorno. Tutta la vicenda ruoterebbe attorno ad una serie di finanziamenti fatti a nome di Marina ma da le mai sottoscritti. Un noto intermediario finanziario di Frosinone, che, come scrive la giornalista, sarebbe legato alla vicenda è stato «messo sotto torchio» dagli investigatori nei giorni scorsi. Il pool investigativo, peraltro, «continua a lavorare per cercare altri soggetti che avrebbero architettato questa manovra ai danni della donna».

La vicenda nel frattempo resta ancora avvolta nel mistero. Sono «troppe» tuttavia, scrive papetti, le coincidenze subito dopo la scomparsa di Marina: documenti fatti sparire dall’ufficio di cui era proprietaria al 50%, il pc portatile, l’hard disk e il cellulare mai ritrovati, […] la macchina ritrovata a Roma due anni dopo a seguito di una telefonata anonima». La Procura di Frosinone continua quindi il suo lavoro con l’obiettivo di dare giustizia alla famiglia della donna, provata da 7 anni di “perché” senza risposta.

DOPO AVER LETTO QUESTO ARTICOLO MI SENTO
  • INDIGNATO
  • TRISTE
  • INDIFFERENTE
  • ALLEGRO
  • SODDISFATTO
VUOI ESSERE SEMPRE AGGIORNATO?
Per ricevere le nostre notizie su smartphone o tablet: clicca qui e scarica la nostra App gratuita
I PIU' LETTI DELLA SETTIMANA