26 febbraio 2016 redazione@ciociaria24.net

Giada Coccia, 22 anni, uno splendido sorriso e tante idee per la sua Alatri

“Sono entusiasta di entrare a far parte di una squadra che ha deciso di dare spazio e possibilità a noi ragazzi. Anche per questo ho pensato di mettermi in gioco con tutto l’impegno possibile e necessario, per appoggiare appieno la candidatura di Antonello Iannarilli a Sindaco di Alatri. Una persona decisa, un politico che con la sua grande esperienza sarà sicuramente in grado di risollevare il nostro paese, che da troppo tempo ormai è relegato in una posizione del tutto secondaria”.

Quanto annunciato dalla giovane Giada Coccia, 22 anni, diplomata presso Liceo Scientifico “Luigi Pietrobono” di Alatri e attuale studentessa di Giurisprudenza presso l’Università di Tor Vergata, in occasione del suo ingresso in politica al fianco di Iannarilli per le Amministrative di Giugno. “Alatri ha bisogno di una svolta decisiva, di un profondo cambiamento, un cambiamento che valorizzi le sue tante risorse, compresi noi giovani! Sono molte le tematiche da affrontare, e personalmente, se ce ne sarà la possibilità, lavorerò per potenziare la rete wifi nei punti nevralgici come ad esempio la biblioteca comunale, che ne è provvista ma laddove al momento non funziona, e nei pressi del Palazzo Comunale dove non c’è affatto.

Un altro punto su cui soffermarmi e forse più importante, sarà cercare di avviare progetti che coinvolgano in prima persona i giovani, dall’organizzazione alla realizzazione vera e propria di nuove proposte che ci permettano di inserirci nel mondo lavorativo anche attraverso attività formative. A tal proposito, avrei pensato di avviare un’attività educativa di doposcuola nella biblioteca di Alatri, che sia gestita per lo più da ragazzi. In questo modo, potremmo offrire un servizio di interesse pubblico con lo scopo di sostenere da un lato i bambini, e le loro famiglie, durante il percorso scolastico, e dall’altro il personale giovanile che ne sarà impiegato”.

Menu