19 settembre 2013 redazione@ciociaria24.net

Congresso Pd: gettate ad Alatri le basi della discussione per un partito più forte nel segno del rinnovamento

L’eco dell’iniziativa “Per te, per l’Europa, per l’Italia, per la Regione, per il territorio” che si è svolta nei giorni scorsi al palazzo “Conti Gentili”, in piazza S. Maria Maggiore ad Alatri continua a risuonare. La manifestazione ha indubbiamente lasciato il segno nel PD di Frosinone. Infatti l’iniziativa, oltre ad incentrarsi sulla politica nazionale e sulle problematiche del territorio, ha avuto come tema anche quello del ruolo del PD, con la stagione congressuale oramai alle porte. Tante, davvero tante, le presenze: sindaci, amministratori, dirigenti politici (tra cui Simone Costanzo), militanti, cittadini. Il deputato Michele Meta, che ha concluso i lavori, è convinto: “Sono state gettate le basi per una discussione serena incentrata sui programmi e sui contenuti, che ridarà sicuramente slancio al Partito Democratico provinciale”.

Il Presidente del Partito Tonino Scaccia sostiene che più delle parole, da adesso in poi occorreranno i fatti e soprattutto buoni comportamenti: “E’ il tempo di voltare pagina. Il centrosinistra ha una concezione diversa della politica e deve dimostrarlo. Gli esempi che ci forniscono i nostri rappresentanti regionali e locali ci aiutano: Zingaretti, con la sua abile squadra, ha ridato credibilità all’istituzione Regione, mentre prima ci si vestiva da porci e si andava alle feste; il ruolo di deputato europeo, per qualcuno è stato un ripiego, per De Angelis è stato un impegno preso con il territorio: questa è la differenza tra il centrodestra è noi. Apriamo una nuova fase, pensiamo ai buoni comportamenti e facciamo si che la politica torni ad offrire l’esempio delle virtù e non dei vizi dell’uomo”.

Anche la Senatrice Maria Spilabotte commenta positivamente l’iniziativa: “Abbiamo bisogno di un partito forte ed unito: un PD più vicino alle esigenze dei territorio e dei cittadini. Contestualmente occorre ricercare l’unità del centrosinistra, in modo da poter tornare ad essere determinanti e vincere nella nostra provincia: stiamo lavorando per costruirlo, l’inizio fa ben sperare”. Il consigliere regionale Mauro Buschini evidenzia: “Abbiamo bisogno di un nuovo protagonismo della nostra terra nella politica regionale: c’è una crisi da fronteggiare, un’emergenza lavoro da contrastare. Ridurre i tempi di percorrenza con Roma, in modo da ampliare le opportunità. Occorre un nuovo modello di sviluppo. Così come sulla sanità: basta con le politiche fatte di tagli, la nostra provincia ha già dato. L’atto aziendale deve essere un atto di sviluppo. Con la legge di riordino sanitario aboliremo le macroaree, il primo atto per ripartire con nuovi investimenti. Negli ospedali chiusi apriremo le case della salute. Per questo serve un soggetto politico forte, radicato sul territorio, che affronti questi temi con la giusta forza e la giusta determinazione.

L’europarlamentare Francesco De Angelis, definito da Lucio Migliorelli come “Regista che merita il Leone d’oro”, precisa: “Si avvicinano due appuntamenti congressuali ma dobbiamo scindere i due livelli, la discussione nazionale da quella provinciale: sono due momenti diversi. Io sono molto fiducioso perché ho girato molto quest’estate e nelle piazze ho visto sempre e solo il PD e la regione è semplice: nel PD non c’è un padrone, ma il padrone sono gli iscritti ed i militanti e tutti quelli che con la loro passione danno forza e linfa al nostro partito. Per questo sono convinto che da questa discussione uscirà un PD più forte e più determinato, nel segno del rinnovamento: senza unità di facciate, ma con una condivisione di programmi e valori che permetterà al Partito di poter lavorare al meglio per la nostra terra”.

Menu