1 dicembre 2014 redazione@ciociaria24.net

16enne massacrato da un pugno alla tempia, sfiorata la tragedia

Il giovane era appena stato accompagnato in centro dal padre. Dopo l'aggressione è stato elitrasportato a Roma

È ricoverato momentaneamente nel reparto chirurgia dell’ospedale San Benedetto il 16enne di Alatri sul quale sabato sera si è abbattuta la furia di un 20enne rumeno nel centro storico della città ernica. L’adolescente, accompagnato ai Vineri dal padre per trascorrere la serata con gli amici è stato letteralmente abbattuto da un pugno alla tempia che gli ha provocato una commozione cerebrale, fratture ad uno zigomo ed alle ossa facciali.

Il colpo sferrato dal rumeno per futili motivi (pare che i giovani radunati ai Vineri avessero avuto poco prima un diverbio con sua madre per questioni di quiete pubblica) poteva seriamente uccidere il ragazzo, che inizialmente è stato elitrasportato all’Umberto I. Una volta giunto nella Capitale, i sanitari hanno valutato la situazione optando per un intervento da eseguire nei prossimi giorni.

Quanto all’aggressore, i carabinieri lo hanno rintracciato in serata in un locale notturno di Atina, lo hanno arrestato e trasferito nel carcere di Cassino, dove è tuttora rinchiuso con l’accusa di tentato omicidio. Il papà del ragazzo aggredito, un noto commerciante di Alatri, ancora sconvolto per l’accaduto, ha chiesto più sicurezza nel centro storico della città ernica.

Menu